Non hai articoli nel carrello.

Subtotale: 0,00 €

Haiku, il qui ed ora

Federica Tamanini 27 marzo 2020

Avete notato che abbiamo cominciato a postare delle breve poesie a corredo delle nostre foto?

Cosa sono gli haiku

È un genere poetico nato in Giappone nel  XVII secolo e caratterizzato da una breve struttura.

L'Haiku classico è composto da 3 righe, per un totale di 17 more (=un'unità di suono usata in fonologia, che determina la quantità di una sillaba) - 7 nella riga centrale e 5 nelle altre due.

Coglie il qui ed ora, mai come adesso sentito fortemente da tutti. Non è una somma di pensieri e sentimenti , ma una sintesi del momento.

komorebi

Li possiamo paragonare a delle fotografie, che colgono un istante ben preciso di una situazione molto più complessa.

I maestri 

Uno dei più famosi esponenti è stato Matsuo Basho, vissuto nel 1600:

Stagione delle piogge:
i miei capelli di nuovo
intorno al pallido viso.

Nobiltà di colui
che non deduce dai lampi
la vanità delle cose.

basho Matsuo Basho

Altri importanti esponenti sono stati Taniguchi Buson, Kobayashi Issa e Masaoka Shiki.

Giovinezza:
rende bello persino
i morsi della pulce

Perché gli haiku

Se meditati, ti aiutano a stare in quello che fai e a vivere gli attimi con consapevolezza. Mai come in questo momento storico, permeato dall'incertezza e la lentezza, è vitale stare su ciò che facciamo e trasmetterlo ai nostri figli.

Io mi sono riavvicinata agli haiku per questo motivo.

Se ci pensate qualsiasi azione può essere vissuta a due livelli, cioè con o senza consapevolezza.

L'atto stesso di masticare può essere meccanico e fatto senza nemmeno pensarci, oppure possiamo sentire il nostro corpo muoversi e registrare le sensazioni date dal cibo.

Ho reso un po' l'idea?

L'haiku ti da gli strumenti per assaporare QUEL momento esatto.

Probabilmente è legato alla filosofia Zen (non sono così esperta da poterlo sostenere) , che sostiene l'importanza del vivere attimo per attimo per poter cogliere la Verità.

È anche uno strumento meditativo per coltivare la quiete interiore che conduce all'imperturbabilità davanti agli eventi. Li vediamo ma non ci facciamo travolgere.

fatemi sapere cosa ne pensate!

Se vuoi commentare questo articolo, ricordati che abbiamo un gruppo su facebook in cui
parliamo tanto. E pure su instagram non siamo da meno.

 

 

Commenti
X